Influencer Marketing: cos’è e come sfruttarlo

Influencer Marketing: cos’è e come sfruttarlo
Tempo di lettura: 8 minuti

L’influencer marketing è diventata una forma comune di marketing online. È diventata una parola d’ordine da un po’ di tempo ormai, e i media mainstream ne fanno regolarmente riferimento. Eppure, ci sono ancora persone che non capiscono davvero cosa sia il marketing degli influencer. In effetti, molte persone si imbattono nella frase per la prima volta e pensano immediatamente: “Cos’è l’influencer marketing?”

L’Influencer Marketing è un ibrido di vecchi e nuovi strumenti di marketing. Prende l’idea del celebrity endorsement e la inserisce in una moderna campagna di marketing basata sui contenuti. Il principale elemento di differenziazione nel caso dell’influencer marketing è che i risultati della campagna sono collaborazioni tra brand e influencer.

L’influencer marketing non coinvolge solo le celebrità. Invece, ruota attorno a influencer, molti dei quali non si considererebbero mai famosi in un ambiente offline.

Cos’è un influencer?

In questo articolo abbiamo definito un influencer come qualcuno che ha:

  • il potere di influenzare le decisioni di acquisto di altri a causa della sua autorità, conoscenza, posizione o relazione con il suo pubblico.
  • un seguito in una nicchia distinta (followers), con cui si impegna attivamente. La dimensione dei followers dipende dalla dimensione dell’argomento nella sua nicchia.

Uno dei più grandi errori commessi dai media tradizionali è non comprendere la differenza tra celebrità e influencer online.

È anche importante rendersi conto che la maggior parte degli influencer ha costruito sistematicamente un pubblico appassionato ed entusiasta. Non è un caso che queste persone seguano influencer piuttosto che un brand. Al pubblico non importa davvero meno del tuo marchio. A loro interessano solo le opinioni degli influencer. Non cercare di imporre regole e pratiche commerciali ai tuoi influencer. Il pubblico è loro e possono semplicemente andarsene, portando con sé i loro follower.

Cos’è l’influencer marketing

L’influencer marketing prevede che un marchio, o un’azienda, collabori con un influencer online per commercializzare uno dei suoi prodotti o servizi. Alcune collaborazioni di influencer marketing però possono essere meno dirette di così: i marchi lavorano semplicemente con gli influencer per migliorare la riconoscibilità del marchio (brand recognition).

Un primo esempio di influencer marketing ha coinvolto la celebrità di YouTube PewDiePie. Ha collaborato con i realizzatori di un film horror ambientato nelle catacombe francesi sotto Parigi, creando una serie di video in cui affrontava delle sfide. Il contenuto era perfetto per i suoi 27 milioni di abbonati e ha ricevuto quasi il doppio delle visualizzazioni del trailer del film.

Questo è un semplice esempio. È facile immaginare una celebrità che collabora con un’azienda per presentare un prodotto, anche se si tratta di una serie di video di 10 minuti anziché di uno spot televisivo di 30 secondi.

Ma le persone non parlerebbero di influencer marketing se non avesse un insieme molto più ampio di applicazioni.

Caratteristiche

Gli influencer, a differenza delle celebrità, possono essere ovunque. Possono essere chiunque. Ciò che li rende influenti è il loro ampio seguito sul web e sui social media. Un influencer può essere un famoso fotografo di moda su Instagram, o un blogger di cybersecurity che twitta o un rispettato dirigente di marketing su LinkedIn.

All’interno di ogni settore, ci sono persone influenti: devi solo trovarle. Alcuni avranno centinaia di migliaia (se non milioni) di followers. Ma molti saranno più vicini a persone normali. Potrebbero avere solo 10.000 follower, in alcuni casi meno. Tuttavia, avranno sviluppato una reputazione di esperti nel loro campo. Sono persone di riferimento che forniscono le risposte alle domande delle persone. Sono persone che pubblicano i post social più coinvolgenti sui loro argomenti specialistici. Condividono le migliori foto, realizzano i video più divertenti e gestiscono le discussioni online più informative.

Quali strategie funzionano nel 2022?

Considera attentamente il tuo approccio

  • Sii organizzato, crea una strategia, un piano e un budget, dedica del tempo alla ricerca
  • Determina il tuo approccio alla ricerca di influencer: trovali organicamente, iscriviti a una piattaforma o lavora tramite un’agenzia
  • Sii paziente e sii umano: persone che parlano con le persone, non aziende che parlano con le aziende

Sviluppa un programma

  • L’influencer preferisce call o newsletter mensili/trimestrali/semestrali?
  • Integra il tuo programma di PR, il programma di rilascio del prodotto, ecc.
  • Invia e-mail per conto dei dirigenti chiave. Pianifica i programmi di viaggio per i dirigenti e organizza incontri faccia a faccia

Cosa non è l’influencer marketing

L’influencer marketing non consiste solo nel trovare qualcuno con un pubblico e offrire loro denaro o visibilità in modo che possano dire cose positive su di te. Per quello ci sono le viral celebrities. Gli influencer sono persone che hanno speso del tempo per costruire il proprio marchio e a coltivare il proprio pubblico. Saranno quindi molto protettivi della loro reputazione e delle loro persone di fiducia. Sono persone che hanno la pazienza e la concentrazione per avere successo nei social media, un follower organico alla volta: persone come queste non sono interessate a fare influencer marketing solo per i soldi.

L’Influencer Marketing non riguarda risultati rapidi. È lo stesso tipo di approccio lento e costante dei social media e del marketing dei contenuti, in cui la tua campagna non riguarda la vendita diretta delle tue merci. Invece, si tratta di dimostrare la tua autorità, credibilità e leadership di pensiero all’interno del tuo settore. Si tratta di diventare sinonimo di qualunque cosa tu offra.

Con il social media marketing è processo lento per acquisire quei followers che saranno leali e coinvolti. Potrebbe sembrare allettante pensare che unire le forze con un influencer potrebbe essere un modo semplice per entrare nel cuore e nella mente dei suoi follower, però non è così semplice. Perché per lavorare con gli influencer, devi guadagnarti la loro fiducia e il loro rispetto. Ma come?

Cosa non funziona nell’Influencer Marketing

Generalizzare il tuo approccio per trovare e utilizzare diversi influencer: adatta il tuo approccio all’influencer specifico.

Far riferimento solo alla popolarità dell’influencer. Influenza non significa solo popolarità. Ricorda che il tuo obiettivo è suscitare una reazione particolare nei tuoi clienti. Non presumere automaticamente che le persone con il maggior numero di follower siano gli influencer di una nicchia.

Una semplice regola: l’influencer marketing è marketing per gli influencer

Con il tradizionale social media marketing un marchio può impostare la propria identità su qualsiasi piattaforma scelga e, man mano che il tempo passa e i follower crescono può vedere chi sono i suoi clienti campione. Questi sono i clienti a cui piace e condividono contenuti o menzionano il marchio stesso in un post. Followers come questi possono essere ulteriormente alimentati attraverso l’attenzione personale e come parte di un gruppo altamente segmentato di tutti i clienti campione. Gli sforzi rivolti a questo gruppo si concentrano su strategie per farli diffondere il marchio.

Pro e Contro di questo approccio

Un problema di questo approccio è che alcuni dei follower di un marchio semplicemente non hanno abbastanza follower a loro volta per avere un grande impatto. In effetti, la maggior parte delle persone comuni sui social network non lo ha. La maggior parte delle persone ha una piccola rete di poche centinaia di amici e collaboratori che rappresentano tutti i tipi di gusti e preferenze. Nel frattempo, i marchi faticano a curare e creare contenuti che sperano risuonino in modo significativo con i loro follower rimanendo coinvolti nelle interazioni quotidiane.

Questo approccio indiscriminato al social marketing produce risultati prevedibilmente irregolari. Invece di cercare alla cieca di catturare Mi piace e follower o di lanciare vari contenuti per vedere cosa rimane, l’influencer marketing ci dice che il nostro tempo è meglio speso facendo marketing direttamente a persone influenti di cui conosciamo già simpatie e antipatie che si allineano bene con le nostre . Ciò significa interagire con queste persone attraverso account social, non solo seguire e apprezzare, ma commentare e dimostrare conoscenza e personalità. Può anche significare curare o creare contenuti selezionati per attirare l’attenzione degli influencer. Quindi, mentre è il pubblico dell’influencer il premio finale, il mercato di riferimento per i marchi include gli influencer stessi.

Gettando queste basi puoi ottenere due cose come marchio:

La prima è che semplicemente interagendo in modo positivo e costruttivo sulle pagine social degli influencer, ottieni un accesso anticipato ai loro follower. Non stai promuovendo nulla a loro; stai mostrando la tua faccia come membro della loro comunità, aumentando la tua credibilità su tutta la linea.

La seconda è che, alla fine, quando proponi una sorta di collaborazione di influencer marketing, ti conosceranno già. Gli influencer non sono celebrità, di per sé, ma la loro vita online può assomigliare molto a quella di una persona famosa. Ad esempio molte interruzioni da parte di persone che non conoscono, che vogliono accaparrarsi una parte del loro tempo, per elogiarli o lanciarli. Devi essere in grado di distinguerti dai richiami d’attenzione che ricevono sotto forma di e-mail e tweet. Ciò significa che quando finalmente li raggiungerai, sapranno già di cosa parli e sapranno se sei adatto al loro pubblico.

La straordinaria ascesa dell’Influencer Marketing

Ogni anno Influencer Marketing Hub conduce un sondaggio online per aiutare a capire come le aziende vedono lo stato dell’influencer marketing. I risultati sono decisamente ottimisti, indicando che l’influencer marketing è diventanto davvero mainstream ed è su una traiettoria ascendente come metodo di marketing preferito.

Ecco i risultati chiave del nostro studio Influencer Marketing Hub 2021 e alcune altre statistiche recenti rilevanti.

  1. Notevole aumento delle ricerche per “marketing di influencer”
    C’è stato un aumento del 465% delle ricerche per la frase “marketing di influencer” solo su Google dal 2016. Chiaramente, ora è un argomento caldo, portando più persone a voler informarsi sul marketing di influencer e trovare piattaforme e agenzie di marketing di influencer.
  2. Il marketing degli influencer cresce fino a $ 13,8 miliardi nel 2021
    Il coronavirus ha accelerato la crescita dell’influencer marketing nel 2020 e si stima che continuerà nel 2021 e si prevede che aumenterà ulteriormente 2021 e 2022.
  1. Le piattaforme e le agenzie focalizzate sull’influencer marketing sono più che raddoppiate in due anni.
    L’influencer marketing è diventato sufficientemente mainstream che le aziende creano continuamente piattaforme per aiutare il processo di ricerca e selezione degli influencer, oltre a rendere il sistema più trasparente e semplice sia per i marchi che per gli influencer.
  2. Elevato “Earned Media Value” per $ 1 speso per l’influencer marketing.
    Le aziende guadagnano in media $ 5,78 di pubblicità promozionale per ogni $ 1 che spendono in influencer marketing.
  3. Molte aziende includono dei budget sia per l’Influencer Marketing che per il Content Marketing.
    Il content marketing è ora così saldamente consolidato che il 59% dei marketer ha budget autonomi per questo. L’influencer marketing è sufficientemente mainstream che il 75% degli intervistati ha indicato che dedicherebbe un budget all’influencer marketing nel 2021.
  1. La maggior parte delle aziende intende aumentare il proprio budget per l’influencer marketing.
    Le aziende vedono chiaramente l’influencer marketing come una direzione verso la quale intendono dirigersi, con il 62% di quegli intervistati che già pianifica il budget per l’influencer marketing.
  2. La maggior parte dei marketer giudica efficace l’Influencer Marketing.
    I marketer e i marchi credono chiaramente nell’efficacia dell’influencer marketing e questo ha portato a un’esplosione di nuovi contenuti creati nell’ultimo anno. Il 90% degli intervistati ritiene che l’influencer marketing sia una forma di marketing efficace.

Una campagna di influencer marketing: case study

L’esempio di PewDiePie a cui si è fatto riferimento in precedenza potrebbe averti dato un’idea di come può svilupparsi una campagna di influencer marketing. Tuttavia, è difficile vedere come questo tipo di strategia possa farsi strada in alcune delle aree meno fashion del mondo degli affari. Tenendo presente questo criterio, diamo un’occhiata a un esempio: una campagna per aumentare la partecipazione e la consapevolezza della conferenza Content Marketing World. Un approccio più tradizionale potrebbe essersi concentrato esclusivamente su SEO e Google Ads, nonché su alcuni contenuti promossi su Twitter e LinkedIn. Forse sarebbe stato scritto un articolo sul blog, qualcosa di condivisibile, interessante e diffonde bene la voce.

Invece, il Content Marketing Institute (CMI) ha collaborato con Top Rank Marketing per sviluppare una campagna di influencer marketing per diffondere il suo messaggio.

In effetti il Content Marketing Institute ha già una rete piuttosto ampia di influencer con cui lavora; identificare potenziali collaboratori era facile come scegliere chi avrebbe parlato alla conferenza che stavano promuovendo.

Ed è esattamente quello che hanon fatto, chiedendo ai relatori di contribuire con alcuni pensieri o consigli sul Content Marketing. Il feedback è stato compilato, insieme ad altro materiale didattico, in quattro eBook separati, ciascuno con il proprio argomento unico rilevante per la programmazione alla conferenza del CMI. Hanno reso ogni eBook disponibile per la visualizzazione su SlideShare o come PDF scaricabile, con collegamenti diffusi sui social media da CMI, Top Rank e dagli stessi influencer. Il pubblico di destinazione, coloro che sono stati reclutati per la partecipazione alla conferenza, ha ricevuto informazioni gratuite, divertenti e preziose di rilevanza personale per loro. Oltre 230.000 persone hanno visualizzato gli eBook su SlideShare, mentre altre 4.000 hanno scaricato i PDF.

Gli influencer che hanno partecipato hanno utilizzato la piattaforma per aumentare la partecipazione alle loro sessioni durante la conferenza. La condivisione degli eBook ha dato loro maggiori opportunità per rendere le persone consapevoli che stavano parlando, il che si è aggiunto alla loro personalità come persone credibili e rispettate nel loro campo.
CMI ha ottenuto la partecipazione che stavano cercando organizzando (e realizzando) un’altra grande conferenza.
Curata, che ha pagato perché tutto ciò accadesse, ha ottenuto oltre 1.000 nuovi contatti a cui poter commercializzare.

Il miglior social marketing funziona perché non è altro che una naturale interazione sociale.
Il miglior content marketing funziona perché le informazioni sono davvero utili.
E il miglior influencer marketing funziona perché si basa sia su strumenti di social marketing che di content marketing, dove credibilità e genuina autorità sono già stabilite nella mente del pubblico.

In Conclusione

Se hai letto tutto fino ad ora hai un’idea migliore sull’argomento e probabilmente starai pensando di implementarlo a tua volta nel tuo piano pubblicitario. Noi di Atlas Technologies abbiamo già lavorato con diversi influencer per campagne pubblicitarie dei nostri clienti e possiamo aiutarti ad implementare le strategie giuste. Contattaci subito per una consulenza gratuita e scopri come questa nuova strategia può aiutare la riconoscibilità del tuo marchio.

Compila questo form o scrivi direttamente ad info@atlastech.it

b